Site-specific solo concert

Francesco Ganassin: clarinetto, clarinetto basso, oggetti, live-electronics

Il suono del legno dei clarinetti, la rielaborazione e la sintesi dell’elettronica, i suoni ambientali, le caratteristiche acustiche della location, la risposta emotiva e sonora/silenziosa del pubblico, si fondono in un’esperienza espressiva che si compie su più livelli.

Paesaggio, musicista e pubblico, in STORMIRE sono fusi in un’unica azione performativa.

In ambiente naturale o urbano, in un bosco o in una piazza, in una piccola sala o in un grande auditorium, di volta in volta STORMIRE prende forme diverse.

Al centro sempre musica necessaria, di cui non si potrebbe fare a meno e che non può tacere. Stormire, appunto, come le fronde di un pioppo, al vento.